25 Giugno , 2019


Casa Madre, San Vittorino (Roma)

La Comunità di “Casa Madre” è così denominata perché è la prima comunità dell’Istituto.

Il Santuario di Nostra Signora di Fatima a San Vittorino (Rm) è il luogo di fondazione dell’Istituto.

P1012178Le prime suore Oblate si sono stabilite a S. Vittorino il 10 febbraio 1978 e da allora abitano e svolgono il loro servizio pastorale presso il Santuario.

Presso la Casa Madre vivono attualmente 23 oblate, di cui 13 religiose appartenenti alla Curia Generalizia e alla comunità apostolica; 4 religiose della comunità dello juniorato con la rispettiva formatrice; due postulanti e due novizie con la loro formatrice.

La “Casa Madre” è la sede della Curia Generalizia dell’Istituto: vi risiedono la Madre Generale e parte del Suo Consiglio; dunque vengono svolti tutti i servizi centrali all’Istituto: la Segreteria Generale, l’Economato Generale, il sostegno alle missioni all’estero, la Pastorale Giovanile e l’Animazione Vocazionale d’Istituto, la Formazione Continua, ecc.

Inoltre la Casa Madre ospita le comunità di formazione: il postulato, il noviziato e lo juniorato che svolgono all’interno della Comunità dei precisi percorsi e momenti educativi propri di queste tappe formative; nella stessa residenza abita anche una comunità di religiose oblate che si dedicano alla cura spirituale dei pellegrini del Santuario.

Le suore della Comunità svolgono servizi diversificati presso il Santuario; principalmente si occupano dell’accoglienza dei numerosi pellegrini che si recano in questo luogo per vivere l’esperienza dell’incontro con il Signore, attraverso il Cuore materno di Maria Santissima.

Così, le suore di questa comunità accompagnano i pellegrini nella conoscenza del messaggio di Fatima, nell’autentica devozione mariana, preparano e animano le Celebrazioni del Santuario. Inoltre offrono giornate di spiritualità per gruppi di pellegrini e il servizio di accompagnamento spirituale per coloro che chiedono di essere aiutati in un cammino spirituale autentico.

Presso il Santuario da alcuni anni si è creato un folto gruppo di laici collaboratori con i quali, oltre ad essere disponibili per svariate necessità del Santuario, si prodigano ad offrire cammini di autentica spiritualità mariana.

Alcune religiose oblate si dedicano anche all’accoglienza dei giovani mediante giornate di spiritualità a cadenza mensile e la proposta di una scuola di preghiera; per le famiglie offrono proposte di spiritualità coniugale ed esperienze di preghiera.

Le suore inoltre sono impegnate nei servizi del Santuario:

  • nel servizio di Sacrestia per garantire Celebrazioni raccolte, ordinate e decorose;

  • nella libreria e nel negozio di oggetti religiosi

  • nel bar ristoro del pellegrino.

Attraverso la loro presenza le suore vogliono essere mediazione materna dell’amore di Dio che sempre attende e accoglie i suoi figli. In ogni attività le suore vogliono porre al centro la persona con le sue richieste, soprattutto spirituali; per questo si impegnano ad “essere” con la propria vita “spazio” di misericordia, di bontà e di salvezza.

Grazie ad alcune iniziative quali la lectio divina nei tempi forti dell’anno, le catechesi per adulti, la mostra con pannelli illustrativi sul messaggio di Fatima, cercano di essere sempre più animatrici spirituali per offrire il Pane della Parola e l’accoglienza materna di Maria.

Le suore sono impegnate anche a livello diocesano con la partecipazione attiva al Centro Diocesano Vocazioni e la collaborazione presso diverse parrocchie della diocesi, in qualità di catechiste o animatrici di gruppi; inoltre alcune di loro si dedicano alla Pastorale Universitaria presso l’Università di Tor Vergata.

Grate al Signore per il dono di essere presenti presso il luogo dove l’Istituto è nato e cresciuto e presso un Santuario dove si respira una forte spiritualità mariana, le Oblate presenti in Casa Madre accolgono la “grazia dell’apostolato”, come un’opportunità per “restituire a Dio” quanto quotidianamente dona loro.